pornostar o adult content creator? xstars.agency

Adult Content Creator vs Pornostar

Pornostar e adult content creator: sono sinonimi? [Spoiler, no!].

Il territorio è lo stesso, siamo dentro il campo dell’hard, uno spazio dedicato esclusivamente agli adulti e al loro intrattenimento. Ma… ci sono importanti differenze tra le due professioni. Nonostante ciò, possono accavallarsi, trasformarsi in un qualcosa di fluido, senza barriere definite, praticamente due facce della stessa medaglia. Due rette parallele, ma, paradossalmente, convergenti.

Ok. Facciamo chiarezza. Partiamo dalle definizioni: diamo un’identità a chi si occupa professionalmente di contenuti NSFW: sessualmente espliciti.

Dato che sappiamo già cosa sia un/adult content creator – l’abbiamo approfondito qui: “Professione adult content creator. Cosa significa essere un/a adult star?” – partiamo dagli attori del cinema porno:

Chi può definirsi pornoattore, pornoattrice o pornostar?

Un/a pornostar è un attore o un’attrice che recita in film o video pornografici. I/le pornostar sono professionisti/e che, appunto, recitano un ruolo – e quando si parla di star, anche con cachet piuttosto rilevanti – come qualsiasi altro attore del cinema o della televisione. Gli/le viene assegnato un personaggio e lavora seguendo un copione, le regole, i contratti che stipola con le case di produzione hard che producono i suoi film.

Adult content creator o pornostar? Qual è la differenza principale tra le due professioni?

Le differenze principali sono 2. Andiamo subito al sodo.

Differenza numero 1. Il controllo sul proprio lavoro.

a) Gli adult content creator sono liberi di scegliere i contenuti che vogliono creare, in autonomia. Hanno il controllo totale della loro professione, della loro arte e della loro creatività.

Gli adult content creator, pertanto, operano in maniera indipendente e:

  • Producono in proprio il materiale erotico.
  • Decidono poi come promuoverlo, distribuendolo attraverso piattaforme online come Fansly, OnlyFans o Patreon e così via. Stabiliscono come integrarlo, come renderlo vivo, attraverso sessioni di live streaming con i fan più fedeli: A.K.A. più generosi.
  • Il budget, soprattutto quando si muovono i primi passi, è limitato – smartphone e fotocamere di livello semi professionale. Partono da una base che possiamo ascrivere al mondo amatoriale, per poi provare a elevarsi a  veri professionisti come, per esempio, i top adult creator che hanno deciso di gestire il loro personal branding e, in generale la loro presenza sul web, con un’agenzia adult come  XSTARS.

B) I/le pornostar, invece, sono vincolati/e alle direttive della produzione cinematografica per cui lavorano.

  • Ripetiamolo: sono degli attori, firmano un contratto, recitano un copione scritto da altri, senza un reale coinvolgimento nel processo decisionale (tranne nel caso delle star più carismatiche e di quelle che dimostrano abilità registiche. Alcune pornostars, infatti, si cimentano anche dietro la macchina da presa, come ad esempio, tra le altre, l’ex pornoattrice francese Liza Del Sierra).
  • I loro lavori vengono distribuiti attraverso canali tradizionali come DVD o piattaforme di streaming per adulti sotto il controllo della casa di produzione di turno.
  • I film non rappresentano la loro vita. Al contrario, spesso, per gli adult content creator le due dimensioni  – vita e film – di uniscono, senza alcuna recitazione, senza reali artifici.

Differenza numero 2. Il rapporto con il pubblico.

a) Gli adult content creator hanno un rapporto immediato, privilegiato, diretto con i propri fan – creano contenuti per loro, per i loro desideri, OnlyFans si chiama così per quello: è “solo per i fan” – con i quali interagiscono attraverso i social media, le chat e tutti i mezzi digitali che decidono di includere nella loro strategia lavorativa.

b) I/le pornostar, al contrario [quando si limitano al loro ruolo “tradizionale”] non hanno un rapporto con i loro fan se non alle fiere del settore, ai contest, agli eventi hard creati ad hoc. In generale, i fan non hanno una relazione realmente bidirezionale con loro e li “incontrano”, li “vivono” solo attraverso i contenuti che interpretano in quanto attori e attrici.

In ogni caso, questa seconda differenza oggi non è più così netta. Esistono numerosi/e pornostar che hanno deciso di ibridare le due professioni, prendendo il controllo sulla loro gestione del personaggio, del loro essere adult star.

Pornostar + adult content creator: è possibile?

Sì. L’ibridazione tra le due professioni è possibile. Così come lo switch definitivo. Ma, in considerazione delle differenze che abbiamo elencato tra adult content creator e pornostar, le due figure professionali non sono per forza o necessariamente sovrapponibili.

Non è affatto detto che un/a adult content creator diventi una pornostar o che lo voglia essere. Ma, è sempre più comune che un’attrice pornografica (o un attore porno) decida di essere anche adult content creator.

La costruzione e il controllo della propria identità onlineè, nel Web3, fondamentale per entrambe le professioni. Anche le pornostar, infatti, vogliono avere accesso alla libertà creativa e alle fonti di guadagno alternative offerte dal web, producendo contenuti esclusivi direttamente scelti da loro sia dal punto di vista artistico che delle tariffe da applicare.

La fama di piattaforme come OnlyFans ha portato diverse celebrities – come abbiamo visto nell’articolo dedicato alla piattaforma più famosa solo per i fan, anche estranee al porno – ad aprirsi dei propri account per avere una relazione più immediata coi propri fan e, soprattutto, moltiplicare le proprie possibilità di guadagno.

Non di rado le top pornostar creano un canale personale diretto coi propri sostenitori e producono dei contenuti personalizzati come delle vere e proprie adult content creator – e non solo contenuti hard, anche podcast di grande successo! – con il vantaggio di poter guadagnare da subito con le piattaforme adult grazie al fatto di possedere già un fattore fondamentale per il successo nel web: una community di fan.

Allo stesso modo, alcuni top adult content creator hanno fatto lo switch tra le due professioni venendo coinvolti in produzioni porno di alto profilo, data la loro fama come autori indipendenti, senza per altro scegliere in maniera esclusiva tra le professioni. Semplicemente oscillando tra le due.

pornstar creator: esempi

Alcuni esempi di Pornostar Creator

Vuoi degli esempi di professionisti che hanno dato continuità alla loro presenza online, remixando le due professioni in maniera da non poter distinguere tra le due?

Beh… Mia Khalifa, celebrità indiscussa della rete, personaggio affascinante e controverso, dopo un breve, ma clamoroso, salto l’industria cinematografica per adulti, ha deciso di coltivare la propria identità online a proprio piacimento.

Riley Reid ha iniziato come camgirl, è diventata una pornostar famosa e, allo stesso tempo, continua a essere una seguitissima adult content creator. Un percorso poliedrico che la accomuna ad Asa Akira o, per esempio, a una superstar come Angela White.

In Italia, tra le altre star, la pornostar Valentina Nappi ha deciso di interagire direttamente con i propri fan a 360° sia sui social “tradizionali” che su le piattaforme adult, dopo i suoi esordi come blogger (chi si ricorda di “in punta di capezzolo?”.

Valentina Nappi è una pornostar e una creator

Tra porno e OnlyFans guadagno molto di più su OnlyFans. Faccio un contenuto a settimana, ma la differenza la fa l’interazione con i fan.

Valentina Nappi, intervistata da Gianluca Gazzoli [Stagione 3 – Episodio 42 – The BSMT]

A testimonianza del fatto che la creazione di contenuti “da creator” si stia diffondendo anche tra i/ le pornostar, gli AVN Awards – gli oscar del porno ideati e sponsorizzati dalla rivista AVN – hanno incluso nelle  loro numerose categorie anche premi legati al Web. Per esempio, tra i fan awards si trovano categorie come Social Media Star e Favorite Porn Star Creator.

Conclusioni. Adult content creator & pornostar: gemelli diversi?

Essere adult content creator non significa automaticamente essere pornostar. E viceversa.  Entambi, pornoattori e adult creator, producono contenuti hard, ma lo fanno in contesti (e con mezzi) differenti.

Però, la distanza tra le due professioni si può assottigliare nel caso di artisti che decidono di abbattere i limiti delle loro rispettive aree e, nel caso dei creator, di sconfinare nel campo delle produzioni porno e, nel caso di/delle pornostar, di aprirsi account solo per i fan o comunque di gestire personalmente la loro immagine sul web e sui social media, per curare in autonomia parte delle loro attività, guadagnare e connettersi direttamente con la loro fanbase.

Write The Comment